Questo servizio intende fornire uno strumento complementare all’assistenza e consulenza legale nell’ambito delle relazioni familiari.

E’ volto a supportare i partner che affrontano una crisi familiare e che nel processo di negoziazione di un accordo che disciplini il nuovo assetto di vita necessitano di chiarirsi su alcuni aspetti più emotivi e psicologici che ostacolano il procedere e lo sviluppo di questa fase.

I partner possono accedere ad una helpline H24/7 per confrontarsi con professionisti qualificati (psicologi/counselor/coach) e acquisire consapevolezza di funzionamenti reattivi, pensieri rancorosi, paure non comprese e obiettivi che non sempre corrispondono ai reali desiderata.

Il Person Assistance Program – PAP – rappresenta uno spazio neutrale e confidenziale per il cliente che vi accede. Ogni consapevolezza, risorsa e decisione che sviluppa in questo spazio può essere poi portata all’attenzione del proprio avvocato e del partner per favorire una migliore comunicazione e risoluzione della crisi.

Il professionista che segue il cliente non si sostituisce al cliente in questo processo comunicativo, ne favorirà l’autodeterminazione. Il professionista guiderà il cliente affinché riesca a focalizzare pensieri, emozioni e comportamenti sull’obiettivo che intende perseguire.

  • Il PAP non è una sessione di counseling o di psicoterapia in senso tradizionale.
  • Il PAP è un momento di messa a fuoco del proprio obiettivo, degli ostacoli personali che non permettono di raggiungerlo, dell’individuazione dei bisogni che vogliono essere ascoltati e delle risorse che possono concorrere al miglior raggiungimento dell’obiettivo.
  • Il PAP è concretezza. Il PAP è un passo alla volta.

Accesso e Utilizzo

L’avvocato presenterà, quando opportuno, la possibilità di avvalersi del PAP durante il percorso di gestione della crisi e di ricerca delle soluzioni più adeguate. Nel caso il cliente aderisca l’avvocato fornirà il numero di telefono della helpline e un codice da utilizzare per l’accesso al servizio.

Possono accedere al PAP i partner individualmente sia quando assistiti dal medesimo avvocato sia quando assistiti ciascuno da un proprio avvocato.

Chiamando la helpline – in qualsiasi momento lo desiderino – i partner potranno raccontare all’Intaker (la persona che risponde alla helpline) quale è il tema che sta ostacolando l’elaborazione della crisi.

L’Intaker struttura la narrazione della tematica del cliente attraverso una serie di domande e rimandi volte a calmare e valorizzare l’emotività della persona, e a focalizzare con maggiore chiarezza l’obiettivo e il bisogno reale che ne emergono e sul quale lavorare. A seguito di questo momento condiviso, l’Intaker proporrà la possibilità di effettuare sessioni di consultazione psicologica, counseling o coaching con un professionista del network di Eapitalia che reputa possa rispondere al meglio al bisogno del cliente e con il quale il cliente potrà approfondire l’elaborazione della sua situazione, e declinare i suoi comportamenti, scelte, comunicazioni, in funzione del suo obiettivo.

Se entrambi i partner hanno aderito al servizio potranno accedervi anche insieme fornendo il codice di accesso a ciascuno assegnato.

Costi del Servizio

Accesso alla Helpline:
€ 200,00/persona
per l’accesso alla helpline per 12 mesi dall’attivazione del servizio ogni volta che la persona avverte un disagio, ha un dubbio, o si trova a dover scegliere.
L’accesso alla helpline per un arco temporale di 12 mesi fornirà il supporto utile a normalizzare eventuali ulteriori momenti di difficoltà e valutare con l’Intaker l’opportunità di avvalersi di ulteriori sessioni.

Sessioni individuali:
€ 48,00/sessione 30 min.
Per le sessioni di consultazione psicologica a seguito della chiamata alla helpline e confronto con l’Intaker che orienta la richiesta.

Sessioni di coppia:
€ 145,00/sessione 90 min.

Nell’ambito dei vari momenti di confronto con l’Intaker della helpline il cliente, quando e se ne sentirà l’esigenza, potrà
acquistare le suddette sessioni di consultazione psicologica da 30 minuti ciascuna.

Una volta effettuato il pagamento il cliente riceverà il numero di telefono della helpline e il codice di accesso da fornire all’Intaker al momento della chiamata. I codici di accesso verranno disattivati decorsi 12 mesi dall’attivazione. Se il cliente dovesse ritenere di aver bisogno di supporto anche dopo la conclusione dell’iter separativo, anche al fine di gestire al meglio l’attuazione dell’accordo che disciplina il nuovo assetto familiare dopo la separazione, potrà concordare con il proprio avvocato l’attivazione di un nuovo codice di accesso.

ATTIVA IL SERVIZIO